mercoledì 25 febbraio 2009

Le castagnole di nonna Rosina


I nostri dolci di carnevale più comuni sono" le castagnole", non c'è famiglia che, in questi giorni, non le abbia fatte. Ciascuno mette gli ingredienti che vuole e cambia secondo i propri gusti.

Dove abito, c'era nonna Rosina, era la nonna di tutti i bambini della via e lei in questi giorni di carnevale, sfornava castagnole per tutti, erano buonissime, leggere ed asciutte anche il giorno dopo, ma cosa dico... ancora più buone il giorno dopo!!!!
Ingredienti:
4 uova
6 cucchiai di zucchero
grattugia di un limone 
1 pacchetto di panna da cucina da 200 ml
1 pizzico di sale
1 vanillina
4 cucchiai di anice
2 cucchiai di rum
1 cucchiaio di olio di oliva 
1 bustina di lievito istantaneo pane degli angeli
450 g di farina (fare un impasto morbido )
Procedimento:
Montare bene le uova, unire lo zucchero,  la grattugia di limone, la panna, l' olio, il sale , una parte di farina, l'anice, il rum, il lievito, la vanillina e in fine tutta la farina.
Dobbiamo ottenere un impasto morbido" ma non troppo" che metteremo in una sacca a poche, a riposare in frigo per una mezz'oretta
E importante che l'impasto sia freddo quando si frigge , così lo shock termico non fa assorbire l'olio.
Per friggerle ci sono due procedimenti , ognuno scieglie quello che preferisce a secondo del tempo che ha a disposizione.
Il primo, più veloce, si versa l'impasto con il cucchiaio, muovendo la pentola, le palline si gonfiano, si girano in ambo i lati.
L'olio deve essere profondo e la temperatura bassa per dar modo di cuocere bene dentro e senza bruciarle.





Il secondo metodo, usando la sacca a poche, fare delle ciambelline su dei pezzi di carta forno, che poi andranno direttamente in pentola.




Al contatto con l'olio, aiutandosi con delle pinse da cucina, le ciambelline si staccano e si toglie via la carta.




è molto importante , quasi essenziale , per far ben lievitare le ciambelline,
girare continuamente la pentola in modo da farle dondolare , senza stancarsi , scuoterle fino a che crescono, si gonfiano quasi raddopiando.

Quando sono fredde, spolverare con zucchero a velo.
          Per gli intolleranti al lattosio è possibile sostituire la panna  olio di mai 
                                                            ...BUON APPETITO!

8 commenti:

  1. Sembrano squisite, sofficiose dentro e croccantine fuori!

    RispondiElimina
  2. Pupina grazie di essere passata da queste parti!
    Hai ragione...anche il giorno dopo sono soffici e ne migliora il gusto.

    RispondiElimina
  3. Sembrano buonissime queste castagnole di nonna Rosina...ho copiato la ricetta per realizzarla appena la dieta di mia figlia me lo permetterà.
    Brava Patty.
    Non so se posso chiedertelo in questo post...ma ci provo ... nel mio blog vorrei inserire leslide ma nn so come fare le tue mi piacciono tanto potresti dirmi come deov fare?
    Grazie

    RispondiElimina
  4. grazie per essere passata nel mio blog! Molto carino il tuo!! E buonissime queste delizie!!

    RispondiElimina
  5. Ciao RoRò,è semplice,devi cliccare su slide, il mio o di qualcun'altro, ti si apre la il sito di slide.
    Quì devi cliccaresul lato destro in altodove c'è scritto SKIN GALLERY e poi lo imposti a tuo piacimento....metti le tue immagini,la musica che ti piace..
    Devi lavorarci un pò ,io ci sono stata una notte intera....Un Abbraccio.

    Grazie a te Denise!!! e bello scambiarsi idee,ricette,ce sempre da imparare.

    RispondiElimina
  6. Scusa RoRò devi cliccare sul nome SLIDE epoi ti appare il sito..

    RispondiElimina
  7. i miei complimenti per le castagnole

    RispondiElimina
  8. ho trovato una come me ^.^ bravissima patrizia bravissima il tuo blog è spettacolare appena ritorno dalla pizzeria ( sto lavorando a tratti oggi ^.^ ) mi faccio un bel giro qui da te

    RispondiElimina