giovedì 19 aprile 2012

la nostra crostata marchigiana


Durante i corsi di panificazione, tenuti circa due anni fà, nella Tenuta  San Marcello, che poi sarebbe qui nelle marche a due passi da casa mia,  Paoletta assaggia questa crostata e ne rimane colpita.

La pasta frolla ha un gusto particolare, sul rustico, non esageratamente dolce. Pascale le spiega alcuni accorgimenti semplici , ma che fa la differenza: l'aggiunta di poca farina integrale e il sale alla fine che si sente al gusto senza prevalere.
Ma come! Una così rustica crostata, che nasce nella mia terra, 
tanto elogiata... devo assolutamente provarla! 


 Riporto le sue dosi, non ho cambiato una virgola....  

LA PASTA FROLLA DI PASCALE

Per una crostata:
200 gr di farina 00
30 gr di farina integrale
30 gr di fecola
1/2 bustina di lievito chimico
100 gr di zucchero
150 gr di burro
2 uova piccole
1/2 cucchiaino raso di sale
grattugia di un limone

Procedimento:
Setacciate le farine e il lievito, va messo tutto insieme nel mixer tranne il sale che va messo giusto all'ultimo giro. Per il resto tutto come una normale frolla, va in frigo, va lasciata riposare 30' (anche se mi pare che Pascale abbia detto che non la lascia neppure riposare) 


 Va stesa in uno stampo da 24/26 cm.
Ho messo una marmellata di visciole, devo dire che Paoletta aveva ragione, il suo gusto è particolare

                                    
La cottura, al solito, 180° fino a che è dorata.


Questa ricetta è diventata la mia preferita ....grazie Paoletta..!!


7 commenti:

  1. mamma mia deve essere una bontà. è possibile averne una fettina

    RispondiElimina
  2. E' bellissima questa crostata, complimenti per il blog fai delle cose meravigliose

    RispondiElimina
  3. mmmm che aspetto invitante ha questa crostata!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Che bello questo blog... E com'è perfetta questa crostata! COMPLIMENTI!!! :)

    http://latavolaallegra.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. possiamo aiutarci a vicenda allora e abbiamo il vantaggio di essere abbastanza vicine in fondo ;-)
    amo le crostate e amo la nostra regione, ho preso due libri ultimamente proprio sulle tipicità marchigiane e contadine della serie ECCHETTELODICOAFFA'

    a presto

    RispondiElimina
  6. Ciao, passa nel mio blog c'è un premio per te!!!!Buonissima crostata!

    RispondiElimina